Il Lazio è al lavoro

Il lavoro prima di tutto. Lavoro di qualità, pagato in modo giusto e paritario, orientato allo sviluppo sostenibile, che valorizzi le competenze, rispettoso della dignità della persona, sicuro per la salute. Questo è il terreno su cui marcare la nostra differenza e su cui investire per fare del Lazio una Regione sempre più “al lavoro”.

Dobbiamo puntare alla giustizia sociale sul lavoro, promuovendo tutele, opportunità e contrastando ogni forma di sfruttamento, disuguaglianza e molestia. Basta incidenti e morti sul lavoro. Lavorare in sicurezza è condizione ineludibile: più informazione e formazione e più controlli sull’applicazione delle norme. Più strumenti utili a sostenere chi lavora e chi fa investimenti in innovazione e ricerca favorendo un’alleanza generazionale tra chi ha già esperienza e chi si affaccia al mondo del lavoro portando nuove competenze.

Anche a questo scopo, se vogliamo rendere il Lazio maggiormente competitivo in Italia e in Europa, permettendo così ai più giovani di costruire il proprio percorso di vita e di lavoro nel nostro territorio, dobbiamo investire fortemente sul rapporto tra lavoro, conoscenza e formazione per far crescere le opportunità, il benessere generale, la nostra economia ma anche il senso di cittadinanza attiva e consapevole.