Commercio, commissione approva nuove norme edicole

La commissione Sviluppo economico del Consiglio regionale del Lazio presieduta da Mario Ciarla (Pd) ha approvato nella seduta di oggi l’articolato delle tre sezioni del Capo V del Testo unico del Commercio, ovvero tutta la parte della legge che si occupa di regolamentare il sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica, definendone gli ambiti di applicazione, i criteri per lo sviluppo del sistema e i procedimenti amministrativi. Accolti gli emendamenti, molti dei quali tecnici, presentati dall’assessore alle Attivita’ produttive Guido Fabiani. L’articolato licenziato oggi, spiega la Pisana, ha lo scopo di favorire la diffusione del servizio di rete stampa quotidiana e periodica mediante l’aumento del numero delle rivendite, dedicate in via prevalente all’informazione e all’ampliamento delle superfici espositive e di vendita. A tale proposito e’ stato accolto l’emendamento presentato da Silvana Denicolo’ (M5S) che interviene sui limiti di superfici delle edicole nelle piccole realta’ territoriali.
Approvato l’emendamento della consigliera del M5S sul decoro delle esposizioni, volto a garantire il rispetto della sensibilita’ generale ove vi siano immagini particolarmente impressionati e raccapriccianti, lesive della dignita’ umana e/o animale. La legge in questione favorisce il mantenimento del pluralismo della stampa per la salvaguardia della liberta’ dell’informazione e dell’effettivita’ del diritto all’informazione, facilitando l’accessibilita’ del servizio nei
piccoli comuni, nelle aree montane e rurali. Il consigliere Daniele Sabatini (Ncd) ha presentato tra le varie proposte di modifica un emendamento, che si e’ riservato di riproporre in Aula, che punta ad ampliare la rete del servizio stampa anche ai fini turistici e culturali del territorio.